10 Modi per Gestire il Burnout

Burnout

Burnout

Come ti senti in questo momento?

Ti fa male la schiena? O forse le tue spalle? No, non hai avuto un infortunio; è solo un po ‘ there lì.

O forse hai perso il sonno ultimamente? O avere problemi di memoria? Ti sei sentito vuoto, impotente, e giù per ” nessun motivo.”Hai procrastinato molto di più, non è vero? (Va bene. Non lo diro’.) Ma chi potrebbe biasimarti? Solo pensando al lavoro ti fa sentire un senso di terrore. E ‘ diventato decisamente noioso. Nella migliore delle ipotesi.

Bene, amico-sembra che tu stia vivendo il burnout. E il burnout fa schifo. Peggio ancora, se non lo prendi sotto controllo, inizierà a controllarti.

Non preoccuparti. Sono qui per te. Occupiamoci di questo.

10 modi per gestire (e prevenire) il burnout

Prenditi una pausa

Il burnout è una forma di esaurimento. Copre tutte le basi: mentale, emotivo e fisico. Anche se hai un lavoro di sit-down con richieste relativamente basse, puoi comunque sperimentare il burnout. Nessuno è veramente immune. Anche le persone che adorano il loro lavoro sperimentano il burnout di volta in volta.

La ragione numero uno? Andare troppo a lungo senza una pausa!

Prendere una vacanza in piena regola potrebbe non essere un’opzione per te. Lo capisco. Ma si può prendere un fine settimana di riposo per pagnotta solo intorno alla vostra casa? Forse suonare la chitarra? Porta il tuo cane al parco? Recuperare il ritardo sull’ultima stagione di whatever su Netflix?

Non importa quanto tu sia importante per il tuo lavoro, non sei così importante come pensi. Se il vostro business non è un disastro completo, può andare un giorno o due senza il vostro essere lì. Rilassati.

Continua a mangiare (ma nascondi gli snack)

Ci sono due tipi di persone:

  1. Quelli che mangiano troppo/abbuffano quando sperimentano il burnout
  2. Quelli che smettono di mangiare quando sperimentano il burnout

Nessuno dei due tipi è migliore dell’altro. Ad essere onesti, entrambe queste reazioni sono piuttosto terribili.

Ecco la cosa: se smetti di mangiare, non otterrai il carburante di cui il tuo corpo (incluso il tuo cervello) ha bisogno per funzionare, il che renderà il tuo esaurimento molto peggiore. Il rovescio della medaglia, se inizi a mangiare troppo, inizierai a fare i bagagli sui chili (succede più velocemente di quanto potresti pensare!), e questo aggiungerà ai tuoi sentimenti di lentezza e depressione.

Anche se non lo senti, cerca di mantenere i tuoi pasti “normali”.”Impostare i timer se si deve solo per rimanere in pista. Bastone con una normale routine alimentare.

Ma tieni i tuoi snack fuori dalla portata del braccio. Mi piace chow giù su una pinta di Ben& Jerry tanto quanto il prossimo ragazzo, ma se quella pinta è nascosto nella parte posteriore del congelatore ho intenzione di essere meno propensi a rivolgersi ad esso il minuto mi sento ” annoiato” o a disagio con il mio lavoro.

Sleep

Se ti senti esausto, qual è l’unica cosa che il tuo corpo brama di più? Dormi, vero? Quindi, dai al tuo corpo ciò di cui ha bisogno! (Duh.)

In generale, più ti senti bruciato, più sonno probabilmente avrai bisogno. E, lo so, potrebbe essere difficile prendere l’abitudine di dormire di nuovo (specialmente se lo hai rinunciato a favore di cose “più importanti”), ma dovrai forzarti. Per il bene del tuo corpo. E la tua sanità mentale.

Esercizio

L’esercizio mi è sempre sembrato un lavoro di routine – e a volte lo è! – ma ne vale anche la pena. E non deve essere orribile come sembra.

Semplicemente muoversi di più può contare come ” esercizio.”Di solito ti siedi sulla sedia per ore e ore e pranzi alla tua scrivania? Prova ad alzarti dalla tua area ufficio e camminare un po’, e magari pranzare fuori. Visto? Ti stai gia ‘muovendo piu’ di prima. E ‘ esercizio fisico. Non è molto esercizio, concesso, ma conta ancora.

Una volta che inizi ad allenarti, anche il più piccolo, noterai te stesso che inizi a fare di più. Se ti attacchi con le cose che ti piacciono (camminare, andare in bicicletta, giocare con il tuo gatto), il tuo corpo inizierà a desiderare quella sensazione di benessere e ne vuole di più. L’esercizio diventa più facile più spesso lo fai-prendine l’abitudine.

Cerca di ricordare perché il tuo lavoro non fa schifo

Questo può essere difficile se ti senti bruciato per un po’. Se sei arrivato al punto in cui tutto sembra senza speranza, questo può sembrare decisamente doloroso. Ma prova a ripensarci

Cosa ti piace del tuo lavoro? Cosa ti ha fatto iniziare a lavorare, in primo luogo? Quali sono i tuoi obiettivi e sogni complessivi che si intrecciano con questo lavoro?

Se riesci a concentrarti sul positivo anziché sul negativo, anche se non lo stai “sentendo”, il tuo cervello inizierà a fare piccoli aggiustamenti verso l’essere più felice. E ’una specie di principio del “fake it’ til you make it”.

Imposta obiettivi

Sono un grande fan di fissare obiettivi. Non solo quando sono bruciato, ma per tutto. Ma, in questo caso, l’impostazione degli obiettivi serve alcune funzioni:

  1. Ti tiene organizzato. Rimanere organizzati ti assicurerà di non creare lavoro extra per te stesso. (Più su questo più tardi).
  2. Ti dà una chiara idea di ciò che deve essere fatto. Impostando obiettivi chiari – e chiari passi d’azione per raggiungerli-eviti di lavorare troppo ulteriormente.
  3. Mostra la luce alla fine del tunnel. Quando hai un obiettivo in mente, piuttosto che un oceano apparentemente infinito di lavoro, la vita sembra un po ‘ meno senza speranza.

Se ti senti già bruciato, è più probabile che rimanderai le attività “non necessarie” per “domani.” Questa è una pessima idea. Fallo ora.

Qualunque cosa tu stia rimandando ora, finirai per dover fare in seguito, creando più lavoro per te stesso a lungo termine. Non aggiungere al tuo stress quando sei già stressato. Fare ciò che deve essere fatto e passare al passo successivo, un passo alla volta. Il modo più semplice per farlo è sapere quali “passi” devono essere fatti: fissando obiettivi!

Non prenotarti troppo

Potrebbe essere “troppo tardi” per implementare questa strategia ora, ma tenerla a mente per il futuro. Sii realistico su quanto lavoro puoi gestire. Se stai assumendo troppo lavoro perché ” hai bisogno di soldi”, è probabile che le tue tariffe siano troppo basse. Se ti sovraccarichi, ovviamente ti brucerai.

Esternalizzare

Ricordate come ho detto che non sei così importante come si pensa di essere? Era molto indietro sul numero uno, ma è ancora vero fin qui sul numero otto.

Rinuncia a parte del tuo potere e consegna alcuni compiti a qualcun altro. Preferibilmente i compiti che non hai voglia di fare da solo (quelli che ti fanno più paura di fare il tuo lavoro).

Trova altri come te

Prova a entrare in gruppi o comunità di persone nel tuo stesso campo di attività. Le probabilità sono, stanno attraversando – o sono passati attraverso-quello che stai attraversando in questo momento. Anche se non sei un grande falegname, trovare un ” altra persona che la pensano con cui parlare può ancora fare una grande differenza.

Correggi la fonte

Non c’è una cura magica per lo stress; tuttavia, se “curi” la causa del tuo stress your il tuo stress andrà via. Allora perché sei così dannatamente stressato?

Potrebbe essere scomodo (o addirittura imbarazzante) a cui pensare, ma è giunto il momento di iniziare a porsi le domande difficili. Ti sentiresti ancora così se avessi più clienti? Se tu fossi pagato di più? Se le tue attività lavorative fossero più allineate con i tuoi valori fondamentali?

Se sei in perdita totale per ciò che ti ha causato lo stress — che porta al tuo burnout — prova a fare un elenco delle tue attività quotidiane. Accanto a ciascuno, scrivi come ti senti a riguardo (“teso”, “fine”, “annoiato”, “ansioso”, ecc.). Quindi prova a trovare soluzioni per le attività che suscitano una risposta negativa.

Pensare al futuro

Una volta che hai ottenuto questo attacco di burnout sotto controllo, iniziare a prendere misure per evitare di diventare bruciato in futuro. Hai bisogno di assumere meno lavoro? Trovare il tempo per dormire di più? Queste sono misure preventive facili da prendere.

Ciò che è meno facile è quando il tuo burnout semplicemente non andrà via — quando continua a indugiare anche dopo che le cose sono “migliori.”Quando questo è il caso, potrebbe essere necessario intraprendere azioni più forti.

Se hai continuamente trascurato i tuoi bisogni per soddisfare quelli di qualcun altro, e quella persona non è ancora soddisfatta (o non sei contento di provare a compiacerli), allora potresti semplicemente essere inadatto per il lavoro a portata di mano. Questo può significare “licenziare” un cliente dalla tua vita.

Non ti sto dicendo di fare qualcosa di drastico all’improvviso; tuttavia, se sei veramente infelice e sai che è perché il tuo lavoro (o la base di clienti) non è “giusto” per te: fai qualcosa al riguardo. Anche se significa rebranding e ricominciare da zero, fallo. La tua salute — la tua felicità — viene prima di tutto. Perché il burnout fa schifo.

Immagine di leocub

You might also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.