Dinastia Romanov

Dinastia Romanov, governanti della Russia dal 1613 fino alla rivoluzione russa del febbraio 1917. Discendenti di Andrey Ivanovich Kobyla (Kambila), un boiardo moscovita che visse durante il regno del gran principe di Mosca Ivan I Kalita (regnò 1328-41), i Romanov acquisirono il loro nome da Roman Yurev (morto 1543), la cui figlia Anastasiya Romanovna Zakharina-Yureva fu la prima moglie di Ivan IV il Terribile (regnò come zar 1547-84). I figli di suo fratello Nikita presero il cognome Romanov in onore del loro nonno, padre di una zarina. Dopo che Fëdor I (l’ultimo sovrano della dinastia Rurik) morì nel 1598, la Russia sopportò 15 anni caotici noti come il tempo dei guai (1598-1613), che si concluse quando un zemsky sobor (“assemblea della terra”) elesse il nipote di Nikita, Michael Romanov, come nuovo zar.

Michael
Michael

Michael, particolare di una litografia a colori della metà del XIX secolo di Peter Borel basata su un dipinto del XVII secolo.

Novosti Agenzia di Stampa

Russia
per saperne di Più su Questo Argomento
Russia: Romanov Moscovia
Il militare in auto che infine espulse i Poli di Mosca ha portato all’elezione di Michele (Mikhail Fyodorovich), il 16-anno-vecchio figlio…

I Romanov non stabilirono alcun modello regolare di successione fino al 1797. Durante il primo secolo del loro dominio generalmente seguivano l’usanza (mantenuta dai sovrani Rurik) di passare il trono al figlio maggiore dello zar o, se non aveva un figlio, al suo parente maschio più anziano. Così Alexis (regnò 1645-76) succedette a suo padre, Michael (regnò 1613-45), e Fyodor III (regnò 1676-82) succedette a suo padre, Alexis. Ma dopo la morte di Fyodor, sia suo fratello Ivan che il suo fratellastro Pietro si contesero il trono. Anche se a zemsky sobor scelse Pietro come nuovo zar, la famiglia di Ivan, sostenuta dagli streltsy, organizzò una rivoluzione di palazzo; e Ivan V e Pietro I assunsero congiuntamente il trono (1682).

Pietro I
Pietro I

Pietro I.

Per gentile concessione del Rijksmuseum; oggetto n. SK-A-116

Dopo che Pietro divenne unico sovrano (1696), formulò una legge di successione (5 febbraio 1722), che diede al monarca il diritto di scegliere il suo successore. Pietro stesso (che fu il primo zar ad essere nominato imperatore) non fu in grado di approfittare di questo decreto, tuttavia, e per tutto il xviii secolo la successione rimase irritata. Pietro lasciò il trono a sua moglie, Caterina I, che era un Romanov solo per diritto di matrimonio. Alla morte di Caterina I, tuttavia, nel 1727, il trono tornò al nipote di Pietro I, Pietro II. Quando quest’ultimo morì (1730), la seconda figlia sopravvissuta di Ivan V, Anna, divenne imperatrice. Anna morte (1740), sua sorella, la figlia, Anna Leopoldovna, il cui padre apparteneva alla casa del Meclemburgo, assunse la reggenza per il figlio Ivan VI, della casa di Brunswick-Wolfenbüttel, ma nel 1741 questo Ivan VI fu deposto in favore di Elisabetta, figlia di Pietro I e Caterina I. Con Elisabetta, Romanov della linea maschile si estinse nel 1762, ma il nome è stato conservato il ramo della casa di Holstein-Gottorp che poi montato il trono di russia, nella persona di Elisabetta, nipote di Pietro III. Dal 1762 al 1796 la vedova di Pietro III, una principessa tedesca della casa di Anhalt-Zerbst, governò come Caterina II. Con Paolo I, il figlio di Pietro III, un Romanov di Holstein-Gottorp divenne di nuovo imperatore.

Caterina II
Caterina II

Caterina II, olio su tela di Richard Brompton, 1782; nella collezione del Museo di Stato dell’Hermitage, San Pietroburgo. 83 × 69 cm.

Belle Immagini d’Arte/SuperStock

Imparare domenica di sangue del 1905 e lo scoppio della prima Guerra Mondiale ha portato al crollo del regno dello Zar Nicola Romanov

Imparare domenica di sangue del 1905 e lo scoppio della prima Guerra Mondiale ha portato al crollo del regno dello Zar Nicola Romanov

Panoramica di Nicola II del regno.

Contunico © ZDF Enterprises GmbH, Mainzsvedi tutti i video per questo articolo

Il 5 aprile 1797 (vecchio stile), Paolo I cambiò la legge sulla successione, stabilendo un ordine di successione definito per i membri della famiglia Romanov. Fu assassinato da cospiratori che sostenevano suo figlio Alessandro I (regnò 1801-25), e la successione dopo la morte di Alessandro fu confusa perché il legittimo erede, il fratello di Alessandro, Costantino, segretamente declinò il trono in favore di un altro fratello, Nicola I, che regnò dal 1825 al 1855. Successivamente la successione seguì le regole di Paolo: Alessandro II, 1855-81; Alessandro III, 1881-94; e Nicola II, 1894-1917.

Ottieni un abbonamento Britannica Premium e accedi a contenuti esclusivi. Iscriviti ora

Il 2 marzo (15 marzo, New Style), 1917, Nicola II abdicò al trono in favore di suo fratello Michele, che lo rifiutò il giorno seguente. Nicholas e tutta la sua famiglia immediata furono giustiziati nel luglio 1918 a Ekaterinburg.

Nicholas II and family
Nicholas II and family

Tsar Nicholas II and his family, 1914: (from left, seated) Marie, Alexandra, Nicholas II, and Anastasia; (foreground) Alexis; and (standing, from left) Olga and Tatiana.

Everett-Historical/.com

You might also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.