L’alfa-MSH ha un ruolo nella regolazione della pigmentazione della pelle negli esseri umani?

Nel corso degli anni c’è stato molto dibattito sul fatto che l’alfa-MSH abbia un ruolo come ormone pigmentario negli esseri umani. Ci sono due ragioni principali per questo. In primo luogo, nonostante le osservazioni negli 1960 che l’alfa-MSH ha aumentato l’oscuramento della pelle negli esseri umani, ci sono rapporti che il peptide non ha alcun effetto sulla melanogenesi nei melanociti umani coltivati. In secondo luogo, l’ipofisi umana, a differenza di quella della maggior parte dei mammiferi, secerne molto poco alfa-MSH e livelli circolatori del peptide negli esseri umani sono estremamente bassi. Tuttavia, ci sono ora prove da diversi gruppi che alfa-MSH è in grado di stimolare la melanogenesi nei melanociti umani in coltura. Piuttosto che produrre un aumento complessivo della produzione di melanina, sembra che il peptide agisce specificamente per aumentare la sintesi di eumelanina. Tale azione potrebbe spiegare gli effetti di oscuramento della pelle precedentemente osservati di alpha-MSH. Ora è anche noto che l’alfa-MSH non è prodotto esclusivamente nell’ipofisi, ma è stato trovato in numerosi siti, compresa la pelle dove è prodotto da diversi tipi di cellule. I peptidi correlati di Proopiomelanocortina (POMC) come ACTH sono prodotti anche nella pelle umana. I peptidi ACTH agiscono allo stesso recettore (MC-1) di alfa-MSH e alcuni di questi sembrano essere più potenti di alfa-MSH nella stimolazione della melanogenesi. I peptidi ACTH sono presenti anche in quantità maggiori di alfa-MSH nell’epidermide umana ed è probabile che svolgano un ruolo importante nella regolazione delle risposte pigmentarie. Questi peptidi POMC vengono rilasciati dai cheratinociti in risposta alle radiazioni ultraviolette (UVR) ed è stato proposto che fungano da fattori paracrini nel mediare la pigmentazione indotta dai raggi UV. La loro produzione da parte dei cheratinociti potrebbe quindi essere fondamentale nel determinare le risposte pigmentarie e qualsiasi cambiamento nella disponibilità di questi peptidi POMC potrebbe spiegare le variazioni nella capacità di abbronzatura osservate in diversi individui. Tuttavia, la possibilità che la capacità di abbronzatura dipende anche dalle differenze a livello del recettore MC-1 non può essere esclusa ed è stato suggerito che un’incapacità di abbronzatura può dipendere dalla presenza di cambiamenti non funzionali al recettore MC-1. l’alfa-MSH, naturalmente, influenza i melanociti umani in diversi modi e la sua stimolazione della melanogenesi potrebbe essere la conseguenza di qualche altra azione fondamentale nel melanocita. Il peptide inoltre ha molti altri siti dell’obiettivo nella pelle e mentre può avere un ruolo nel regolamento della pigmentazione della pelle in esseri umani, non dovrebbe essere considerato soltanto come peptide pigmentary. alpha-MSH ha chiaramente molte azioni diverse e il suo ruolo primario nella pelle può essere quello di mantenere l’omeostasi.

You might also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.