Un Sorprendente Ormone È Importante per la Sessualità nelle Donne

Fonte:

Le femmine della maggior parte delle specie di mammiferi sono nettamente circoscritti periodi di attività sessuale. Il modello esatto dipende dalla specie; alcuni, come i ratti, hanno un intenso periodo di “calore” (estro) ogni quattro o cinque giorni. Altri, come le gatte, hanno periodi più prolungati che durano giorni o addirittura settimane, ma di solito limitati a determinati periodi dell’anno (primavera). Lo stesso vale per i cani di sesso femminile; chiunque possieda una cagna intatta saprà l’effetto che questo ha sulla popolazione circostante di cani maschi. Il comportamento sessuale è quindi un processo ciclico, anche se la forma del ciclo varia in diverse specie.

l’articolo continua dopo la pubblicità

Un fattore comune in questi vari modelli è che dipende dagli ormoni secreti dalle ovaie delle femmine. Sono questi che sono interamente responsabili dell’attivazione periodica dell’attività sessuale nelle femmine della maggior parte delle specie di mammiferi. Questo è facilmente mostrato: Ogni proprietario di cane o gatto sa che’ castrare ‘ (cioè rimuovere le ovaie) del proprio animale domestico impedirà in modo permanente e completamente qualsiasi comportamento sessuale. È meno comunemente noto che l’attività sessuale può essere ripristinata rapidamente somministrando ormoni ovarici a tali femmine.

Le ovaie producono due ormoni principali: estrogeno e progesterone. Ratti femminili, gatti e cani hanno tutti bisogno di estrogeni, ma alcune specie potrebbero anche aver bisogno di una piccola quantità di progesterone. Il fattore comune è che sono le ovaie della femmina che producono uno o entrambi questi ormoni che sono essenziali per il comportamento sessuale. Dare loro la giusta dose e combinazione per la loro specie, ed entro 24 ore (o meno) l’interesse sessuale e l’attività ritorna. Le ovaie secernono estrogeni e progesterone quando ci sono uova mature (ovuli) nelle ovaie pronte per il rilascio (ovulazione), assicurando che la femmina sia sessualmente attiva nello stesso momento in cui è fertile.

Questo vale anche per le donne? La sessualità delle donne può variare durante il ciclo mestruale, anche se questa non è una caratteristica costante di tutte le donne, e il modello di variazione è anche variabile individualmente. Alcune donne sperimentano un picco a metà ciclo, che si sincronizza con l’ovulazione, ma altre si sentono più sexy appena prima delle mestruazioni. Altri non hanno davvero molta variazione.

l’articolo continua dopo la pubblicità

La rimozione delle ovaie a volte è necessaria per ragioni mediche; questo non ha l’effetto drammatico sulla sessualità che avrebbe in un gatto o un cane. Alla menopausa, le ovaie di una donna smettono di secernere estrogeni e progesterone; ancora una volta, non c’è il declino universale o acuto della sessualità che si verificherebbe se la menopausa avvenisse in altre specie. Alcune donne riportano meno attività sessuale dopo la rimozione delle ovaie o la menopausa, ma questo può essere un risultato della secchezza della vagina, una conseguenza della mancanza di estrogeni. Il trattamento locale lo mette a posto nella maggior parte dei casi.

Quindi l’evoluzione del cervello umano ha emancipato la sessualità delle donne dal controllo degli ormoni? C’è stato un tempo in cui questo è stato anche pensato per essere vero; alcuni considerato questo come una fonte di orgoglio: gli esseri umani erano troppo superiori per essere in schiavitù di ormoni, che erano per le specie minori. Sappiamo tutti che la sessualità negli esseri umani è una parte complicata e variabile della vita umana.

LE BASI

  • I fondamenti del sesso
  • Trova un terapista sessuale vicino a me

Poi cominciarono ad apparire alcuni fatti contrari. Occasionalmente è necessario rimuovere sia le ghiandole surrenali che le ovaie. È stato notato che queste donne hanno riportato una profonda perdita di interesse sessuale. Non è stato ripristinato dando loro estrogeni o progesterone. Poi si è reso conto che le ghiandole surrenali delle donne producevano testosterone, un ormone più solitamente associato alla sessualità maschile. Dare a queste donne testosterone, tuttavia, ha avuto un effetto marcatamente benefico sulla loro vita sessuale. L’ovaio secerne anche il testosterone; la quantità varia, ma è circa la metà che dalle ghiandole surrenali. È interessante notare che le ovaie in postmenopausa producono ancora testosterone.

l’articolo continua dopo la pubblicità

Da allora, numerosi studi hanno dimostrato che il testosterone, in dosi molto più piccole di quelle somministrate ai maschi, può stimolare l’interesse sessuale delle donne. I livelli di testosterone nel sangue di una donna non mostrano il modello ciclico caratteristico di estrogeni e progesterone, che potrebbe spiegare la mancanza di alterazioni ritmiche nell’interesse sessuale nella maggior parte delle donne in contrasto con ratti, gatti e altre specie non primate-anche se alcune donne hanno un piccolo picco a metà ciclo; questo potrebbe spiegare alcuni casi di un picco a metà ciclo nella sessualità.

Il trattamento con testosterone può essere utile in alcuni casi di bassa libido e ci sono casi in cui il testosterone di una donna può scendere al di sotto dei livelli ottimali; ad esempio, i livelli tendono a diminuire con l’età. Ci sono studi che suggeriscono che circa la metà di quelle donne che lamentano una perdita di interesse sessuale sono aiutate dal testosterone.

Sex Essential legge

Le aziende farmaceutiche sono desiderose di identificare una condizione di “disfunzione sessuale femminile” nelle donne, non perché possano fornire testosterone (che non è brevettabile) ma per promuovere altri composti, molti di valore estremamente dubbio, ma che potrebbero essere redditizi. Ma è importante riconoscere che la funzione sessuale compromessa può avere molte cause e quindi molti potenziali rimedi. Il fatto curioso è che attualmente non esiste un composto di testosterone approvato per le donne nel Regno Unito o negli Stati Uniti, quindi le donne devono usare uno progettato per gli uomini, anche se in quantità ridotte (di solito viene somministrato come crema per la pelle). Il trattamento con testosterone ha dimostrato di migliorare non solo la sessualità ma anche il benessere, l’energia e, in alcuni studi, la funzione cognitiva. Può anche aumentare l’interesse sessuale nelle donne che non si lamentano di basso desiderio sessuale.

l’articolo continua dopo la pubblicità

Il testosterone svolge un ruolo pervasivo e cruciale nella vita e nelle carriere dei maschi umani (vedi nota a piè di pagina). È un antico ormone; pesci, uccelli e rettili lo usano tutti. Ha plasmato la storia umana, sia personale che politica. Ma ha un ruolo anche per le donne, anche se non avremmo potuto sospettare da studi su altre specie.

In contrasto con la voluminosa letteratura sul testosterone negli uomini, quella sulle donne è ancora molto scarsa. Il ruolo svolto testosterone nella sessualità femminile si applica ad altri primati, come alcune specie di scimmia. Sembra che ci sia stato un cambiamento significativo nel controllo della sessualità nei primati—non una perdita di controllo ormonale, ma un cambiamento nel modo in cui viene effettuato. Una conseguenza è stata quella di separare la fertilità dalla sessualità. Un’altra implicazione è che il testosterone negli esseri umani non è un ormone ‘maschile’ (come di solito considerato), ma è importante per entrambi i sessi.

C’è un’affascinante differenza tra i ruoli del testosterone nella vita umana adulta e precoce. Nel grembo materno, il testosterone ha una grande influenza sullo sviluppo della “mascolinità”. Nell’adulto, regola la sessualità in entrambi i sessi. Un resoconto molto più completo di questo, perché si è verificato, e la storia dell’enorme ruolo che il testosterone ha giocato nella storia umana – uno che continua nella nostra società attuale – è dato nel mio recente libro

Testosterone: sesso, potere e volontà di vincere. Stampa dell’Università di Oxford 2015

You might also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.